Hell Demonio | Discography | RockLine.it
Voto: 
6.7 / 10
Autore: 
Salvo Sciumè
Genere: 
Etichetta: 
Wallace Records
Anno: 
2008
Line-Up: 

- Tommaso Goria - voce, basso
- Andrea Signorini - chitarra
- Giovanni Marini - basso, chitarra
- Riccardo Orlandi - batteria
- Alessio Sacchetto - voce, batteria

Tracklist: 

1. Arms Stolen To Farms
2. Message In A Butthole
3. Play These Backwards
4. Sparkling Tangled Knots
5. Mr. Jesus, You Are Such A Wonderful Dancer
6. Foresaking My Husband Years
7. How To Enter A Church Within A Transparent Sphere
8. Hey Trucker, Listen To My Demotape On Your Long Silent Journeys
9. (From) Hawaii To Hell
10. Hell Demonio Will Be Pretty Disappointed By That

Hell Demonio

Discography

Formatisi a Verona nel 2004, gli Hell Demonio giungono alla loro seconda uscita discografica con Discography, titolo alquanto burlesco per una band agli esordi, come del resto avvenne nel caso del loro esordio del 2005, intitolato, più ironicamente che presuntuosamente, Greatest Hits.
Il loro sound risulta istintivo, grezzo ed acido, inoltre ha un tiro davvero niente male, presentando un rifferama contraddistinto da un'urgenza incalzante e ritmiche spinte inserite in pezzi brevi e compatti, spesso ridotti all'osso nella struttura, e che pur tuttavia lasciano anche denotare una certa cura negli arrangiamenti e nei particolari, preferendo evidentemente puntare dritto al sodo in questo loro personale collage sonoro di rock n' roll, noise, hardcore e punk, che accoglie comunque in sé svariate influenze di band più o meno seminali quali Stooges, AC/DC, Germs, Jesus Lizard, Rye Coalition e Fugazi.

Discography ci pone di fronte a dieci brani sparati, tirati e spinti, che in poco meno di mezz'ora lasciano trasparire tutta la carica energetica della loro musica, come la continua ricerca di nuove soluzioni da parte del quintetto veronese, capace di svariare tra più generi e stili, oppure di mescolarli nel tentativo di ricreare un sound originale e personale, che non perda tuttavia di vista la carica rock n' roll degli AC/DC, l'approccio proto-punk degli Stooges, quel fare ruvido e spigoloso dei Jesus Lizard.
Si passa così in maniera naturale e del tutto spontanea dal "rivisto" rock n' roll di Message In A Butthole alle più hardcore Sparkling Tangled Knots e Mr. Jesus, You Are Such A Wonderful Dancer, passando poi tra varie combinazioni e soluzioni, come i fantasiosi breaks strumentali che caratterizzano brani come How To Enter A Church Within A Transparent Sphere o Hey Trucker, Listen To My Demotape On Your Long Silent Journeys. Tuttavia non sempre le soluzioni apportate riescono del tutto a liberarsi di una certa ripetitività, anche se i tempi veloci e compatti evitano il rischio di giungere stancamente alla conclusione.

Registrato tra l'Italia (all'Hate Studio di Maurizio Baggio a Vicenza) e gli Stati Uniti (è stato masterizzato a Chicago da Bob Weston), Discography ha avuto una lunga gestazione, necessaria alla band per raccogliere la giusta esperienza in sede live e di scrittura, ma alla fine passione e lavoro hanno restituito i loro frutti, visibili soprattutto nella personale impronta sonora che gli Hell Demonio hanno saputo dare al loro sound. C'è da affinare ancora qualcosa, ad esempio la voce risulta talvolta fin troppo sovrastata dagli strumenti, ma nel complesso la band veronese ha dato vita ad un lavoro interessante, che se da un lato appare già come un unicum compatto e solido, dall'altro deve evitare di apparire talvolta ripetitivo.


NUOVE USCITE
Filastine & Nova
Post World Industries
Montauk
Labellascheggia
Paolo Spaccamonti & Ramon Moro
Dunque - Superbudda
Brucianuvole
Autoprod.
Crampo Eighteen
Autoprod..
BeWider
Autoprod..
Disemballerina
Minotauro
Accesso utente