Cappanera | Cuore Blues e Rock'n'Roll | RockLine.it
Voto: 
7.0 / 10
Autore: 
Corrado Penasso
Genere: 
Etichetta: 
Jolly Roger
Anno: 
2011
Line-Up: 

Rolando Cappanera - Drums 

 Andrea Castelli - Bass 

 Morby - Vocals 

 Fabio Cappanera (R.I.P. 1993)-  Guitars, vocals 

Tracklist: 

1. Ecstasy     

2. Chi Ha Deciso Per Noi     

3. Rinascerei     

4. Lei Sarà Con Te     

5. Vivrò In Lui     

6. Un Tipo Speciale     

7. Musica e Sogni     

8. Solo Mai     

9. Non Perderti Mai     

10. Depressione (Al Rumba Jazz)     

11. Borea 

Cappanera

Cuore Blues e Rock'n'Roll

Ritorno sulle scene importante questo dei Cappanera da Livorno, band formata all’inizio degli anni 90 dai fratelli Roberto e Fabio Cappanera, ex- Strana Officina. Un incidente stradale nel 1993 tolse la vita ad entrambi i musicisti ma la voglia di continuare questo progetto non venne meno. Rolando Cappanera (figlio di  Roberto) e Dario Cappanera (nipote dei fratelli) decisero di continuare il sogno iniziato anni prima e così, dopo il debutto del 1991 Non C’è più Mondo che vedeva ancora la presenza dei Cappanera ex-Strana Officina, un altro album vide la luce nel 1998: Materializin’ Dream.   

Anni di silenzio aspettando delle voci a proposito di un loro imminente ritorno ed ecco che finalmente possiamo gustarci questo Cuore Blues e Rock'n'Roll, album che vede la partecipazione del solo Rolando accompagnato da Andrea Castelli al basso (già presente nell’album di debutto del 1991) e da Morby, storica voce dei Sabotage. L’album in questione che presto andremo a descrivere è importantissimo per il fatto che si tratta di un’opera iniziata nel passato da Fabio e ripresa ora da Rolando con l’aiuto dei guests sopra elencati. Le parti di chitarra e voce furono incise nel 1993 dallo stesso Fabio e da Morby,  mentre basso e batteria sono state registrate lo scorso anno rispettivamente da Andrea Castelli e Rolando Cappanera. Un testimonianza, quindi, importantissima per ogni fan del metal italiano e quando si tratta dei fratelli Cappanera c’è da essere sicuri sulla qualità del prodotto.

Sin dalle prime intime note di Ecstasy si può comprendere la qualità del prodotto. Blues, rock e groove convergono sulla voce calda di Morby. Una semi-ballad intima, dal sapore antico ed impreziosita dal cantato in italiano che la rende maggiormente comprensibile e vicina a noi. Più grintosa la successivaChi Ha Deciso per Noi, fa sfoggio del solismo deciso della chitarra da opporre a quello malinconico presente sulla traccia precedente. La presenza del suono di un organo in sottofondo dona il suo contributo ad una traccia fortemente influenzata dagli anni 70. Organo ancora presente nell’introduzione oscura ma sontuosa di Rinascerei per proseguire con melodie sempre improntate al dark, striscianti e notturne. Interpretazione magistrale del mitico Morby. Sempre forti le influenze dei primi Strana Officina (come non accostare questa canzone alla famigerata Luna Nera, traccia del 1984).

La grintosa ma pur sempre melodica Lei Sarà Con Te strizza l’occhio allo stile Class Metal tanto in voga in Italia alla fine degli anni 80 e le principali fonti di paragone si possono trovare negli ultimi Vanadium, nei Drama, negli S.P.A. o nei Crying Steel per una traccia che si fa ricordare. Un crescendo di emozioni e di buon musica, passando attraverso la ballata Vivrò in Lui, le inflessioni southern blues della grintosa Un Tipo Speciale ed il groove roccioso con base melodica di Musica e Sogni. L’introspettivo rock melodico di Solo Mai e Non Perderti Mai contribuisce a fare crescere la tensione emotiva, completata da testi di canzoni molto personali, provenienti dritti dal cuore. Presto ci troviamo quasi ala fine del disco e possiamo ancora descrivere la grinta ritrovata del rock sporco, sudista di Depressione (Al Rumba Jazz) e la strumentale, emozionante Borea; canzone completamente basata su arpeggi di chitarra accompagnati dagli archi in sottofondo.

Un disco di tutto valore che riporta in vista un nome leggendario nel metal/hard rock italiano. Un prodotto musicale profondo ed emozionante che vi farà fare un bel tuffo nel passato e che oggi suona ancora più malinconico e nostalgico sapendo del destino beffardo che interruppe due vite in un attimo.  

NUOVE USCITE
Filastine & Nova
Post World Industries
Montauk
Labellascheggia
Paolo Spaccamonti & Ramon Moro
Dunque - Superbudda
Brucianuvole
Autoprod.
Crampo Eighteen
Autoprod..
BeWider
Autoprod..
Disemballerina
Minotauro
Accesso utente