Incoming Cerebral Overdrive | RockLine.it
Incoming Cerebral Overdrive
di: 
Edoardo Baldini
04/11/2005



 

Il panorama Metalcore italiano si sta lentamente muovendo e gli Incoming Cerebral Overdrive sono una delle bands che sta ancora viaggiando nella dimensione underground, in attesa di un contratto con una casa discografica. Dopo aver autoprodotto il primo demo, la formazione pistoiese sta raccogliendo nuovo materiale per il primo full-lenght...


E.B. - Ciao ragazzi! Come va? Vi chiederei innanzitutto di presentare la band ai lettori di RockLine.it.

Band - Ciao a tutti, siamo gli IncomingCerebralOverdrive, Stefano (chitarra synth), Maurizio (chitarra), Filippo (batteria), Alessio (basso) e Samuele (voce); veniamo da Pistoia.

E.B. - Spiegateci il significato del vostro nome Incoming Cerebral Overdrive

Band - Sovraccarico Cerebrale Imminente, ci sembrava un nome originale che rappresentava noi e il nostro stile.

E.B. - Cosa rappresenta per voi la pubblicazione del primo promo?

Band - Innanzi tutto il desiderio di sentire la tua musica su di un cd ben registrato, ma anche la possibilità di proporre il nostro prodotto a più gente possibile.

E.B. - Come definireste il genere che proponete? Ho notato che puntate parecchio sull’impatto aggressivo delle vostre canzoni, ispirandosi alle produzioni di Meshuggah e Voivod…mi sbaglio?

Band - Potremmo definire il nostro genere metal, post-core ma non ha per noi grande importanza, diciamo che con questi generi e con i gruppi che hai citato abbiamo in comune l’aggressività come base su cui costruire la nostra musica, ma una cosa importante per noi è la ricerca di un sound personale che ci possa contraddistinguere.

E.B. - Perché avete scelto di adottare diversi timbri per la voce? A volte compare una voce in clean opposta al violento growl che sostiene l’andamento di ognuno dei tre brani.

Band - Questa decisione è frutto del nostro modo di comporre fondato sulla miscelazione di tratti pesanti e tratti più melodici. La voce quindi si muove in funzione della nostra concezione.

E.B. - Il demo è formato da tre tracce: a quale periodo risalgono della vostra storia? Raccontateci come sono nate queste tre canzoni e come nasceranno le prossime…

Band - I tre brani risalgono a diversi anni fa, questi come i più recenti sono nati da alcune idee individuali portate in sala e riarrangiate tutti insieme. Ogni canzone è il risultato di un’interazione tra tutti i membri del gruppo.

E.B. - Come mai avete scelto una copertina così astratta per il vostro debutto?

Band - L’idea è del nostro ex bassista Marco, è una foto scattata e rielaborata da lui e il nostro web-master Fabio. Era semplice e ci piaceva.

E.B. - Secondo voi quali sono i punti di forza della vostra musica e quali i punti di debolezza su cui dovrete migliorare?

Band - Ci piace sperare che uno dei nostri punti di forza sia la personalità dei pezzi, i punti dove dobbiamo invece migliorare (almeno rispetto alle canzoni del promo) sono la fluidità e la lunghezza delle tracce, cose che abbiamo preso molto in considerazione per le songs più recenti.

E.B. - Quali sono le vostre influenze? A quali bands vi ispirate maggiormente?

Band - Le influenze principali derivano dai movimenti metal e hard-core, ma ognuno di noi ascolta cose differenti e non sempre attinenti a questi due generi, cosa che influenza anche la stesura dei nostri pezzi.

E.B. - E i vostri progetti futuri? Quando potremo ascoltare il primo full-lenght?

Band - Il nostro primo progetto è appunto la registrazione dell’album d’esordio programmato per la prossima estate. Ma non meno importante è la ricerca di un’etichetta che sia interessata a supportarci.

E.B. - Raccontateci qualcosa della scena musicale della zona in cui abitate. Qual è il responso del pubblico nella vostra area?

Band - La scena dalle nostre parti è povera, molti gruppi ma pochissimo interesse e disponibilità da parte di locali e organizzazioni. Diciamo che le gratificazioni migliori le abbiamo ricevute al di fuori della nostra zona.

E.B. - Avete già avuto esperienze live? Come vivete tali occasioni di confronto col pubblico?

Band - Abbiamo suonato live diverse volte, ultima la data di supporto agli Unsane a Roma grazie alla Kick Promotion. Ci piace molto la vita live e siamo sempre disponibili a suonare.

E.B. - Avete progetti per un mini tour di date? In quali città pensate di esibirvi prossimamente?

Band - Momentaneamente non sono previsti tour, solo qualche concerto tra l’autunno e l’inverno. Adesso l’impegno maggiore è rivolto alla stesura di nuovi pezzi per l’album.

E.B. - Cosa amate ascoltare di solito? Vi allontanate dal Metalcore oppure vivete solamente per i suoni d’impatto?

Band - Come detto in precedenza i nostri ascolti possono variare dai King Crimson, agli Slayer, ai Depeche Mode….

E.B. - Grazie per la disponibilità, direi che è tutto! RockLine.it vi augura un ottimo proseguimento di carriera musicale. Potete concludere l’intervista come preferite! Ciao, a presto con le prossime pubblicazioni!

Band - Grazie a voi per la disponibilità e l’opportunità, un saluto a tutti.
P.S. Visitate il nostro sito www.incomingcerebraloverdrive.com dove è possibile scaricare gratuitamente il nostro cd.

NUOVE USCITE
Filastine & Nova
Post World Industries
Montauk
Labellascheggia
Paolo Spaccamonti & Ramon Moro
Dunque - Superbudda
Brucianuvole
Autoprod.
Crampo Eighteen
Autoprod..
BeWider
Autoprod..
Disemballerina
Minotauro
Accesso utente